Bruno Gröning

Fondazione Bruno Gröning

Bruno Gröning (1906 – 1959) dal quale questa Fondazione ha preso nome; balzava alla ribalta improvvisamente nel 1949 in Germania, nel ruolo di "guaritore spirituale" come conseguenza del clamore suscitato nell'opinione pubblica da alcune sue sensazionali guarigioni.

Al culmine della sua attività, sino a 30.000 persone arrivavano ogni giorno per ascoltare i suoi sermoni; parlava a braccio, senza l'aiuto di un testo scritto, e ogni giorno persone malate, anche gravemente, manifestavano guarigioni inspiegabili. Sui media nazionali e internazionali di quel periodo, erano sempre più frequenti le segnalazioni di nuove sorprendenti guarigioni di malattie che venivano considerate (e lo sono ancora oggi) incurabili, e ci si chiedeva per quale ragione queste guarigioni non erano ancora state oggetto di un adeguato approfondimento scientifico.

Bruno Gröning, uomo di profonda fede, soleva ribadire che "Non esiste nulla che non possa essere guarito. – Non sono io che guarisco; è la forza divina, è lei che aiuta, è lei che guarisce! – Il più grande medico è Dio!"

La sua missione non era dunque soltanto quella di aiutare le persone malate conducendole sulla via della salute. Il suo obiettivo più grande era quello di trasmettere la fede e l'amore di Dio, richiamando le persone ad uno stile di vita orientato in tal senso. "Vi sto chiedendo di fare una grande inversione!" è una delle frasi chiave dell'insegnamento di Bruno Groening.

Il 26 gennaio 1959, Bruno Gröning morì a Parigi. Oggi – più di mezzo secolo dopo la sua morte – gli eventi che lo riguardano continuano a destare grande interesse nel pubblico, e anche oggi come allora le testimonianze di guarigioni ricevute seguendo l'insegnamento di Bruno Gröning non mostrano alcun segno di interruzione. Un numero crescente di persone dimostrano di apprezzare il lavoro di ricerca, di raccolta e catalogazione dei documenti storici originali riguardanti la vita e l'opera di Bruno Gröning nonché la possibilità di accedervi. 

Durante i primi anni della sua attività pubblica, i discorsi di Bruno Gröning venivano stenografati. Più tardi, dal 1955 al 1958, gran parte di essi è stata registrata su nastro. Fatta eccezione per qualche breve testo autobiografico, alcune lettere e pochi appunti scritti a mano, Bruno Gröning altro non scrisse.

La Fondazione Bruno Gröning è un'organizzazione senza fini di lucro, costituita con la finalità di promuovere la conservazione, preservazione e valorizzazione del lavoro di una vita di Bruno Gröning. La realizzazione dei suoi obiettivi statutari è resa possibile principalmente attraverso le donazioni di amici e sostenitori. 

La Fondazione è indipendente e non è associata con nessun altro gruppo che fa riferimento a Bruno Gröning.